Consigli utili per volare sicuri all’epoca del Coronavirus
volare sicuri

Ogni qualvolta si parla di pandemia e di diffusione di virus, l’industria dell’aviazione viene messa sotto accusa. È vero che con la globalizzazione l’aumento dei viaggi aerei è significativamente aumentato nell’ultimo decennio. Volare da un Paese ad un altro ha comportato una più rapida diffusione dei virus fra un continente e l’altro. Tuttavia i viaggi aerei non sono i soli a dover essere messi sul banco degli imputati. Ogni qualvolta ci siano grandi spostamenti di popolazioni si corre il rischio di trasmissione dei contagi, per questo nell’ultimo anno sono state imposte praticamente in ogni Paese del mondo severissime restrizioni ai viaggi, mettendo in particolare sotto i riflettori i viaggi aerei.

Del resto è facilmente comprensibile del perché viaggiare in aereo costituisca un problema: è un ambiente chiuso e difficilmente si riesce a rispettare un metro di distanziamento fra un viaggiatore e l’altro. Per di più, dal 15 giugno anche in Italia è consentito alle compagnie aeree di volare riempiendo tutti i posti a sedere, senza più alcuna possibilità di distanziamento.

Consigli utili per volare in sicurezza ai tempi del Coronavirus

Ci sono importanti precauzioni che si possono prendere per ridurre al minimo il rischio di ammalarsi utilizzando questo vettore.

Lava le mani regolarmente

Se non sono disponibili acqua e sapone per igienizzare le mani, usa un disinfettante per le mani che sia composto almeno per il 60% da alcool. Gli esperti concordano sul fatto che il buon vecchio lavaggio delle mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi è la migliore difesa.

Pratica una buona igiene

Le malattie respiratorie come il Covid-19 si diffondono attraverso le goccioline di saliva o di muco, di solito quando le persone tossiscono o starnutiscono. Evita quindi di toccarti gli occhi, il naso e la bocca con le mani non lavate, perché i virus entrano più frequentemente nel corpo attraverso queste vie.

Indossa sempre la mascherina

Proprio per evitare di entrare in contatto con le goccioline di cui abbiamo parlato, è fondamentale indossare sempre almeno la mascherina chirurgica. Anzi è obbligatorio. Molte compagnie aeree non ammettono l’ingresso nei loro aeromobili alle persone che indossano la semplice mascherina chirurgica o di stoffa, richiedendo l’uso di mascherine FFP2. Questi dispositivi offrono una protezione superiore. Se il viaggio aereo dura più di 4 ore, meglio avere appresso un’altra mascherina di ricambio.

Mettiti seduto e non muoverti

Quando hai raggiunto il tuo posto, mettiti a sedere e non muoverti più. Alzarsi per andare al bagno significa attraversare il corridoio e avvicinarsi ad altre persone con il rischio di contagiarsi.

Se non stai bene, non viaggiare

Il Covid-19 ha un periodo di incubazione di almeno 14 giorni, a differenza dell’influenza normale che è di 2 giorni. Negli aeroporti internazionali è oramai consolidata la procedura della misurazione della temperatura corporea dei passeggeri in arrivo, in partenza e in transito. C’è la possibilità che ti venga negato l’imbarco sei hai la febbre superiore ai 37.5°. Perciò, proteggi te stesso e gli altri viaggiatori non volando quando sei malato.

Copriti bocca e naso quando tossisci

Copriti la bocca e il naso quando tossisci, starnutisci sul gomito e indossa sempre una mascherina per proteggere i tuoi compagni di viaggio. Se cominci a sentirti male prima di partire, torna a casa.

Pulizia con salviette antibatteriche

Tutte le compagnie aeree effettuano una regolare igienizzazione dell’aereo ad ogni volo, tuttavia non esiste alcuna certezza al 100% che tutte le superfici abbiano ricevuto il trattamento. Oggi uno dei sistemi più efficaci per la disinfezione all’interno delle cabine aeree è lo spray elettrostatico, nel quale minuscole particelle di disinfettante caricate elettricamente si legano alle superfici, raggiungendo anche i punti più difficili.

Per essere maggiormente sicuri di non entrare in contatto con il virus, porta con te delle salviette antibatteriche per pulire il bracciolo del tuo sedile, la cintura di sicurezza, il tavolino, la tasca dello schienale, la presa d’aria, il touch screen del sedile, il poggiatesta e la tenda del finestrino. Lo stesso consiglio è sensato per altri oggetti usati frequentemente dai viaggiatori, compresi i telecomandi dei televisori degli hotel. È buona norma di igiene pulirsi le mani dopo aver viaggiato su navette, taxi, bus, quando si toccano i corrimano e si utilizzano gli ascensori in aeroporto.

Respira con calma e siediti vicino al finestrino

Quasi tutti gli aerei moderni hanno filtri HEPA (High Efficiency Particle Arrester) che filtrano il 99,999% delle particelle di polvere e dei contaminanti trasportati dall’aria come virus e batteri, garantendo la massima qualità possibile dell’aria in cabina. Attualmente gli aerei sono in grado di ricambiare il 100% dell’aria presente in cabina ogni 3 minuti. Tuttavia, esperti e virologi suggeriscono che un posto accanto al finestrino, lontano dal traffico pedonale degli altri passeggeri, potrebbe offrirti un po’ di protezione in più. Infatti, sedere in mezzo ad altri passeggeri ti espone ad un rischio superiore rispetto a quando si è seduti accanto al finestrino, dove avere la parete accanto riduce del 50% circa la possibilità di venire contagiati.

Prenota un volo con più scali

Sembra un paradosso e un controsenso, ma in epoca di Coronavirus fare più scali significa ridurre sensibilmente il rischio di rimanere contagiati. Meglio un volo che prevede più scali che un volo diretto. L’ideale sarebbe viaggiare in un aereo semivuoto, con pochi posti occupati e tutti distanziati. Ma questo non è più possibile, e la probabilità di sedere parecchie ore accanto ad una persona contagiata aumenta fortemente il rischio di rimanere contagiati. Per questo, piuttosto che passare diverse ore seduti accanto ad un viaggiatore potenzialmente malato, è consigliabile ridurre il tempo in cui si rimane seduti accanto a lui e scendere dall’aereo per lo scalo. Inoltre, nei voli più brevi le persone hanno meno necessità di recarsi in bagno, riducendosi così il passaggio nei corridoi.

Cambia classe in aereo

Se il biglietto aereo che hai acquistato ancora te lo permette, è il momento giusto per passare alla business o alla prima classe. Ti darà accesso ad una zona con meno viaggiatori e meno poltrone e, potenzialmente, con meno contatto con altri passeggeri.

Stai lontano dalle persone con la tosse o il raffreddore

Gli esperti sono concordi nel ritenere che l’esposizione al contagio avviene quando si è a meno di un metro e mezzo di distanza da una persona infetta per almeno 10 minuti. Sugli aerei, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato che il contatto con una persona infetta è rischioso quando ci si trova seduti a meno di due file di distanza. Ma ricorda anche che i passeggeri camminano, vanno in bagno e toccano molte superfici. Per questo è fondamentale mantenere ad ogni costo il distanziamento di circa 2 metri da una persona che tossisce e starnutisce.

Combatti la bassa umidità negli aerei

La bassa umidità nelle cabine degli aerei asciuga le mucose di occhi, naso e bocca, rendendole meno efficaci nel bloccare i virus. Per questo motivo, le persone che viaggiano frequentemente dovrebbero fare uso di spray nasali per idratare e pulire il naso. Inoltre devono bere più acqua per compensare la secchezza della cabina. Tuttavia, gli aerei a lungo raggio di nuova generazione, come ad esempio il Boeing 787 Dreamliner, dispongono di una tecnologia che garantisce livelli di umidità più alti.

Mettiti in regola con le vaccinazioni

Se non hai ancora avuto le dosi di vaccino anti-Covid, fai almeno tutte le altre vaccinazioni essenziali che ti aiutano a rimanere in salute e ad evitare che il tuo sistema immunitario venga compromesso.

Tieniti aggiornato sulla situazione epidemiologica e sulle restrizioni nei vari Paesi

Se viaggi in altri Paesi, informati sulla situazione epidemiologica del Paese in cui stai per recarti prima di partire. Risulta importante conoscere eventuali restrizioni e quarantene obbligatorie che vengono richieste ai viaggiatori appena atterrati. Assicurati di controllare il sito web Re-open Eu per avere tutte le informazioni sulle misure in vigore nei Paesi esteri.

Verifica la tua assicurazione di viaggio

I viaggiatori che hanno acquistato un’assicurazione di viaggio prima che il Covid -19 diventasse un evento pandemico, sono coperti per le spese mediche e le cancellazioni. La maggior parte delle compagnie di assicurazione viaggi tende a escludere la copertura per pandemie ed epidemie, se leggete le scritte in piccolo. Le polizze assicurative variano molto, quindi è meglio contattare direttamente la compagnia assicurativa o informarsi tramite la propria agenzia di viaggi.

Rivolgiti al tuo agente di viaggio

In momenti come questo, avere un consulente di viaggio dedicato e una agenzia di viaggi affidabile che possa darci tutte le informazioni necessarie 24/7 non ha prezzo. In caso di quarantena o di ingresso negato in un Paese, la tua agenzia di viaggi può assisterti per ogni tua esigenza. Se vuoi andare in vacanza in sicurezza puoi anche optare per i viaggi organizzati in bus.

About Author

busmania